Seleziona lingua
regolamenti e informazioni / definizioni 2021
Definizioni 2021

Definizioni riferite al prospetto dei dati pubblicati

 

 

Regolamento ADS in vigore dal 2021

 

 

 

Testata o edizione cartacea

 

Si intende qualsiasi prodotto editoriale a stampa, quotidiano o periodico pubblicato in Italia, che risponda ai requisiti di legge e che abbia un prezzo di vendita praticato al pubblico.

Ai fini della certificazione ogni testata deve garantire corrispondenza tra: 

 

  • denominazione della testata nella registrazione del Tribunale; 
  • denominazione della testata nell’intestazione/titolo del prodotto (cartaceo e digitale); 
  • denominazione della testata nei dati inseriti nel colophon/gerenza del prodotto (cartaceo e digitale);
  • denominazione della testata fornita ad ADS nel Contratto e nella scheda  informativa della testata. 

 

Il rispetto di tale corrispondenza deve essere garantita in tutte le eventuali varianti di prodotto/edizioni locali  che sono parte integrante della testata.

 

Nel caso di commercializzazione abbinata di più testate, ogni testata deve mantenere la propria identità e univocità ed essere fisicamente distinguibile dalle altre testate con le quali viene commercializzata. 

Ciascun prodotto deve essere tracciato contabilmente lungo l’intera filiera distributiva come previsto al punto 2.3, paragrafo copie cedute per la successiva commercializzazione abbinata in rete vendita del Regolamento.

 

Ogni testata deve avere identità/coerenza di contenuti redazionali e pubblicitari per ciascun numero messo in vendita. 

 

Le testate che prevedono sezioni locali o edizioni locali devono avere identità/coerenza di contenuti pubblicitari e redazionali per la cosiddetta sezione “nazionale” e possono presentare contenuti redazionali e pubblicitari differenziati in ciascuna delle sezioni locali o edizioni locali previste per ciascun numero. 

Solamente qualora un inserzionista pubblicitario richiedesse all’editore l’eliminazione o la sostituzione di una o più inserzioni presenti nell’edizione cartacea locale o areale, sarà consentita la sostituzione con inserzioni di identico formato e posizionamento. 

Ogni altra sostituzione delle pagine e dei contenuti è espressamente esclusa.

 

Nel caso di commercializzazione abbinata di più varianti di prodotto/edizioni locali di una medesima testata, può essere dichiarata e certificata in ADS esclusivamente la testata registrata al Tribunale per la quale è stato richiesto l’accertamento da parte dell’editore.

Non è consentita la dichiarazione in ADS dell’abbinamento anche facoltativo di più copie della medesima testata anche nel caso si tratti di edizioni differenti.

 

Edizione digitale

 

Si intende una replica autorizzata dall’editore esatta e non riformattata dell’edizione cartacea in tutte le sue pagine, pubblicità inclusa, fruibile su diversi dispositivi digitali e distribuita elettronicamente come unità inscindibile ed esclusiva. 

L’edizione digitale può beneficiare delle funzionalità tecnologiche proprie del mezzo quali ad esempio: lo sfoglio, l’indicizzazione dei contenuti, l’ingrandimento dei testi e delle immagini, i link rivolti all’esterno. L’edizione digitale può inoltre fruire di contenuti multimediali correlati a quelli dell’edizione cartacea quali ad esempio gallerie fotografiche, filmati, podcast.

L’edizione digitale è quindi costituita dall’edizione “replica”, dalle funzionalità e dai contenuti aggiuntivi ed è accertata nel suo complesso come unità inscindibile. 

Nessun contenuto redazionale o pubblicitario presente nell’edizione cartacea può essere omesso o variato nell’edizione digitale mentre è consentita l’introduzione di posizioni pubblicitarie specifiche del mezzo. 

Solamente qualora un inserzionista pubblicitario richiedesse all’editore l’eliminazione o la sostituzione dall’edizione digitale di una o più inserzioni presenti nell’edizione cartacea, ne sarà consentita l’equivalente sostituzione nella versione digitale con inserzioni di identico formato e posizionamento. 

Ogni altra sostituzione delle pagine e dei contenuti è espressamente esclusa.

 

 

Periodo

 

Arco temporale di riferimento.

 

 

Numeri usciti nel mese/ numeri nel periodo/ uscite

 

Si intende il totale dei numeri di una testata dichiarati nell’arco temporale indicato.

 

 

Tiratura

 

Si intende il totale delle copie stampate in Italia e all’estero esclusi gli scarti di macchina. La tiratura comprende le copie diffuse in Italia e all’estero, le copie rese in Italia e all’estero e le copie destinate a usi vari.

 

 

Vendite individuali cartacee

 

Si intende il totale delle copie vendute in Italia attraverso le edicole, i punti vendita autorizzati e/o abilitati alla vendita di giornali, quotidiani o periodici e attraverso il canale porta a porta.

Tali copie sono acquistate direttamente dal singolo destinatario finale. 

Gli abbonamenti con ritiro in edicola devono essere inseriti tra le vendite individuali se contabilizzati attraverso la filiera distributiva. 

Le  vendite individuali cartacee sono vendute ad un prezzo uguale o superiore al 10% del prezzo di vendita dell’edizione cartacea di riferimento, come definito nel presente regolamento.

Nel caso il prezzo sia inferiore al 10% del prezzo di vendita dell’edizione cartacea, tali copie sono da classificare tra le copie cartacee promozionali e omaggio.

 

 

Abbonamenti individuali cartacei pagati 

 

Si intende un’offerta commerciale nominativa che prevede la possibilità di acquistare un numero di copie cartacee di una testata relative a un singolo abbonamento, a scelta del singolo acquirente, in un determinato arco temporale.

 

La vendita in abbonamento può essere: 

 

abbonamento temporale: l’acquirente acquista le copie cartacee pubblicate in un determinato periodo.

Tali copie sono consegnate in modo continuativo a singoli destinatari, sottoscrittori o beneficiari dell'abbonamento pagato, che deve avere una durata minima di: 1 mese per i quotidiani; 2 mesi per i bisettimanali, i settimanali ed i quindicinali; 3 numeri per i mensili e per le pubblicazioni con periodicità superiore al mese.

 

Abbonamento a scalare: l’acquirente acquista un numero di crediti corrispondente ad un numero di copie cartacee fruibili fino all’occorrenza del credito acquistato.

 

L’editore deve attribuire la vendita delle copie alla competenza temporale effettiva.

 

L’abbonamento può essere consegnato ad esempio attraverso il canale postale, tramite corriere o con ritiro in edicola.

 

Solo nel caso di abbonamenti con ritiro in edicola tali copie possono essere inserite tra le vendite individuali se contabilizzate attraverso la filiera distributiva. 

 

Gli abbonamenti cartacei da quota associativa, cioè le copie spedite in abbonamento a singoli destinatari membri di un’associazione, vengono pubblicati nella colonna abbonamenti cartacei individuali con la nota: “abbonamenti cartacei da quota associativa”. 

Gli abbonamenti cartacei da quota associativa possono essere dichiarati a condizione che l’invio regolare e continuativo agli associati di tutti i numeri della testata sia direttamente correlato al pagamento della quota associativa da parte del titolare dell’abbonamento.

Le testate così diffuse possono accedere agli accertamenti ADS purché venga garantita la possibilità di svolgere controlli (quali ad esempio: tiratura, passaggio copie, elenco nominativo degli associati, documenti comprovanti l’avvenuto pagamento della quota) presso l'associazione, l'editore, lo stampatore della testata e presso ogni altro terzo interessato.

Resta inteso che i singoli destinatari degli abbonamenti, di norma postali, devono essere verificabili singolarmente e dunque a ciascun nominativo deve corrispondere un invio e quindi un indirizzo. 

In assenza degli elementi di cui sopra e nel caso in cui le copie non siano pagate dal destinatario finale, tali copie devono essere inserite tra gli abbonamenti multipli cartacei. 

Gli abbonamenti individuali cartacei compresi gli abbonamenti cartacei da quota associativa, sono venduti ad un prezzo uguale o superiore al 10% del prezzo di vendita dell’edizione cartacea. Nel caso il prezzo sia inferiore al 10% del prezzo di vendita dell’edizione cartacea, tali copie sono da classificare tra gli abbonamenti cartacei promozionali e omaggio.

 

 

Gracing abbonamenti individuali cartacei

Le copie inviate successivamente alla scadenza dell’abbonamento al fine di sollecitarne il rinnovo (gracing di coda), alle quali non faccia seguito l'effettivo pagamento delle stesse, devono essere classificate tra le copie cartacee promozionali e omaggio. 

 

Vendite copie digitali individuali

 

Si intende il totale delle copie di un’edizione digitale acquistate e pagate dal destinatario finale. 

Anche nel caso in cui la vendita al destinatario finale sia effettuata attraverso un negozio online, l’editore deve dichiarare tali copie nella colonna “vendita copie digitali individuali”.

 

L’editore deve comunicare nelle apposite colonne le copie digitali vendute ad un prezzo uguale o superiore al 30% del prezzo di vendita dell’edizione cartacea e quelle vendute ad un prezzo di vendita compreso tra il 10% (maggiore o uguale) e il 30% del prezzo di vendita dell’edizione cartacea. 

 

Rientrano in questa tipologia:

 

  • Vendita di edizione singola

 

si intende la vendita di una copia di una singola edizione del prodotto. 

 

  •  Vendita in abbonamento 

 

si intende un’offerta commerciale nominativa che prevede la possibilità di acquistare un numero di copie digitali di una singola testata a scelta dell’acquirente in un determinato arco temporale.

 

La vendita in abbonamento può essere: 

 

abbonamento temporale: l’acquirente acquista le edizioni digitali pubblicate in un determinato periodo.

 

Abbonamento a scalare: l’acquirente acquista un numero di crediti corrispondente ad un numero di copie fruibili fino all’occorrenza del credito acquistato.

 

Ai fini della dichiarazione, l’editore deve attribuire la vendita delle copie alla competenza effettiva o in alternativa, il numero di crediti acquisiti deve essere per convenzione dichiarato nell’arco temporale corrispondente a partire dall’acquisto.

 

 

Le tipologie di vendita sopra descritte fanno riferimento ad un’unica testata digitale, alla vendita congiunta dell’edizione digitale di più testate, alla vendita congiunta dell’edizione digitale di una testata con l’edizione cartacea di un’altra testata, alla vendita congiunta dell’edizione digitale di una testata e di altri beni o servizi.

 

Nel caso di vendita congiunta dell’edizione digitale, per tutte le tipologie indicate, l’offerta commerciale deve riportare chiaramente le testate abbinate. La traccia contabile deve essere relativa a ogni singola testata venduta, con l’evidenza del relativo prezzo, per consentire la corretta dichiarazione e il controllo da parte dei Revisori.

 

 

 

Totale vendite individuali pagate dall’acquirente

 

Si intende il totale risultante dalla sommatoria delle vendite individuali cartacee, degli abbonamenti individuali cartacei pagati e delle vendite copie digitali individuali.

Tali copie individuali sono pagate direttamente dal singolo acquirente. 

 

 

Vendite multiple cartacee pagate da terzi

 

Si intende il totale delle copie vendute in Italia cumulativamente/in blocco a strutture pubbliche o private.

 

Tali copie, superiori a una, concorrono a formare il totale vendite multiple a condizione che siano:

- previste nell’ordine di tiratura; 

- vendute nel periodo in cui lo stesso numero della testata si trova in 

vendita; 

- verificabili contabilmente presso l’editore, se necessario anche sulla base degli accordi commerciali definiti direttamente dall’editore stesso con le strutture sopra menzionate;

- non destinate alla filiera distributiva;

Le vendite multiple cartacee pagate da terzi sono vendute ad un prezzo uguale o superiore al 10% del prezzo di vendita dell’edizione cartacea.

In caso di vendita ad un prezzo inferiore al 10% del prezzo di vendita dell’edizione cartacea, le relative copie devono essere classificate tra le copie cartacee promozionali omaggio.

 

 

Abbonamenti multipli cartacei pagati da terzi

 

Si intende un’offerta commerciale pagata da terzi che prevede la possibilità di acquistare un determinato numero di abbonamenti di una testata, superiori a uno, in un determinato arco temporale, per un periodo minimo di: 1 mese per i quotidiani; 2 mesi per i bisettimanali, i settimanali e i quindicinali; 3 numeri per i mensili e per le pubblicazioni con periodicità superiore al mese. Vengono considerati come abbonamenti multipli le copie ordinate e pagate da aziende o enti che forniscono all’editore l'elenco dei nominativi cui inviare la testata.

Vengono inoltre considerati abbonamenti multipli gli abbonamenti cartacei da quota associativa pagati da terzi.           

Gli abbonamenti multipli cartacei pagati da terzi sono venduti ad un prezzo uguale o superiore al 10% del prezzo di vendita dell’edizione cartacea.

Nel caso il prezzo sia inferiore al 10% del prezzo di vendita dell’edizione cartacea, tali copie sono da classificare tra le copie cartacee promozionali e omaggio.

 

 

Gracing abbonamenti multipli cartacei

Le copie inviate successivamente alla scadenza dell’abbonamento al fine di sollecitarne il rinnovo (gracing di coda), alle quali non faccia seguito l'effettivo pagamento delle stesse, devono essere classificate tra le copie cartacee promozionali e omaggio. 

                                                                                                                                              

Vendite multiple digitali pagate da terzi

 

Si intende un’offerta commerciale che prevede, a fronte di un contratto e del relativo pagamento effettuato dall’acquirente, l’acquisto di più copie o di più abbonamenti, in numero superiore a una al fine di renderli disponibili anche gratuitamente a destinatari finali. 

Il prezzo di vendita di ciascuna copia digitale multipla deve essere dichiarato dall’editore al netto di eventuali compensi fatturati dall’intermediario all’editore o dal soggetto giuridico acquirente all’editore per attività correlate alla vendita delle copie multiple stesse.

 

L’editore deve comunicare le copie digitali multiple vendute ad un prezzo uguale o superiore al 30% del prezzo di vendita dell’edizione cartacea e quelle vendute ad un prezzo di vendita compreso tra il 10% (maggiore o uguale) e il 30% del prezzo di vendita dell’edizione cartacea nelle apposite colonne.

 

Per poter dichiarare e certificare le copie digitali multiple è necessaria una prova della volontà di fruire della copia o dell’abbonamento da parte del destinatario stesso secondo il processo precisato all’articolo 5.

 

Per le copie multiple gestite tramite intermediari: l’attivazione deve essere rinnovata allo scadere del contratto e comunque non oltre i 12 mesi dalla prima attivazione. 

Per le copie multiple gestite direttamente dall’editore, l’attivazione deve essere rinnovata alla scadenza del contratto e comunque non oltre i 24 mesi dalla prima attivazione.

Possono essere inserite nella dichiarazione mensile stimata (DMS) anche le copie in fase di rinnovo contrattuale e in attesa di rinnovo dell’attivazione degli abbonamenti digitali multipli pagati, erogati direttamente dall’editore, di durata annuale.

L’attivazione deve essere comunque rinnovata entro la durata dell’abbonamento indicata nel contratto e essere perfezionata entro e non oltre i termini previsti per la dichiarazione contabile.

 Nel caso di abbonamenti multipli in fase di rinnovo contrattuale e in attesa di rinnovo dell’attivazione, la decorrenza dell’abbonamento non si calcola a partire dall’attivazione ma deve fare riferimento al periodo dell’abbonamento indicato nel contratto. Non possono essere inseriti nella dichiarazione mensile contabile (DMC) abbonamenti ancora in attesa di attivazione. 

In caso di differenze tra dichiarazione statistica e dichiarazione contabile vale quanto previsto al punto b 1) dell’allegato I.

 

Le vendite multiple abbinate sono normate al successivo paragrafo copie digitali abbinate agli abbonamenti cartacei

 

 

 

Totale vendite multiple 

 

Si intende il totale risultante dalla sommatoria delle vendite multiple cartacee, degli abbonamenti multipli cartacei, delle vendite multiple digitali. Tali copie sono pagate da terzi.

 

 

Totale diffusione pagata Italia

 

Si intende il totale delle vendite individuali e il totale delle vendite multiple.

 

 

Copie digitali abbinate agli abbonamenti cartacei

 

Si intende il totale delle copie dell’edizione digitale vendute in abbinamento con l’edizione cartacea della stessa testata ceduta esclusivamente in abbonamento e/o porta a porta , in pari quantità per singolo contratto. 

L’editore deve comunicare le copie digitali vendute in abbinamento ad un prezzo uguale o superiore al 50% del prezzo di vendita dell’edizione cartacea e quelle vendute ad un prezzo di vendita compreso tra il 10% (maggiore o uguale) e il 50% del prezzo di vendita dell’edizione cartacea nelle apposite colonne. 

 

Per poter dichiarare e certificare le copie digitali multiple abbinate agli abbonamenti cartacei,   cioè l’acquisto, a fronte di un  contratto e del relativo pagamento effettuato dall’acquirente, di più copie o di più abbonamenti digitali congiuntamente a più copie/abbonamenti cartacei che non sono pagate dal destinatario finale, è necessaria una prova della volontà di fruire della copia o dell’abbonamento da parte del destinatario stesso secondo il processo precisato all’articolo 5.

Per gli abbonamenti digitali multipli abbinati ad abbonamenti cartacei: l’attivazione deve essere rinnovata allo scadere dell’offerta e comunque non oltre i 12 mesi dalla prima attivazione. 

 

Copie cartacee promozionali e omaggio

 

Si intende il totale delle copie cartacee cedute ad un prezzo inferiore al 10% del prezzo di vendita dell’edizione cartacea o in omaggio nel periodo in cui la testata si trova in vendita.

Tali copie devono essere previste nell’ordine di tiratura.

 

 

Abbonamenti cartacei promozionali e omaggio

 

Si intende un’offerta commerciale che prevede la possibilità di ricevere ad un prezzo inferiore al 10% del prezzo di vendita dell’edizione cartacea o gratuitamente un numero di copie di una testata, in un determinato arco temporale, per un periodo minimo di: 1 mese per i quotidiani; 2 mesi per i bisettimanali, i settimanali e i quindicinali; 3 numeri per i mensili e per le pubblicazioni con periodicità superiore al mese.

Le copie relative agli abbonamenti promozionali e omaggio devono essere previste nell'ordine di tiratura. 

 

 

Copie cartacee da coupons gratuiti 

 

Si intende il totale delle copie addebitate alla filiera distributiva e consegnate gratuitamente attraverso le edicole e i punti di vendita autorizzati e/o abilitati alla vendita dei giornali in Italia a fronte di coupons (escluse le copie consegnate a fronte di buoni sostitutivi dell'abbonamento a pagamento). 

Tali copie devono essere previste nell’ordine di tiratura.

 

 

Copie digitali promozionali e omaggio

 

Le copie digitali promozionali e omaggio sono copie singole, multiple o abbinate vendute ad un prezzo inferiore al 10% del prezzo dell’edizione cartacea o distribuite gratuitamente ad un destinatario finale. 

 

Per poter dichiarare e certificare le copie promozionali o omaggio è necessaria una prova della volontà di fruire della copia o dell’abbonamento da parte del destinatario stesso secondo il processo precisato all’articolo 5.

Per le copie omaggio: il processo di attivazione deve essere rinnovato allo scadere dell’offerta e comunque non oltre i 12 mesi dalla prima attivazione.

 

Per le copie promozionali gestite tramite intermediari: l’attivazione deve essere rinnovata allo scadere del contratto e comunque non oltre i 12 mesi dalla prima attivazione. 

Per le copie promozionali (singole e multiple) pagate, gestite direttamente dall’editore, l’attivazione deve essere rinnovata alla scadenza del contratto e comunque non oltre i 24 mesi dalla prima attivazione.

 

Totale diffusione promozionale e omaggio Italia

 

Si intende il totale risultante dalla sommatoria delle copie cartacee promozionali e omaggio, degli abbonamenti cartacei promozionali e omaggio, delle copie da coupons gratuiti cartacei, delle copie digitali promozionali e omaggio.

Diffusione Estero 

 

Si intende il totale risultante dalla sommatoria delle copie cartacee vendute, degli abbonamenti cartacei pagati, degli abbonamenti cartacei gratuiti e degli omaggi cartacei spediti all’estero compresi nell’ordine di tiratura.

 

 

Totale diffusione cartacea + digitale

 

Per totale diffusione cartacea + digitale si intende la sommatoria del totale diffusione pagata Italia e del totale diffusione promozionale e gratuita Italia (cartacea e digitale), delle copie digitali abbinate agli abbonamenti cartacei e della diffusione estero.